venerdì 1 aprile 2011

Fame, tanta fame

9.00
"Io, pane burro e marmellata e caffé all'americana. Tu Francis?"
"Io, tazzone di latte con cereali zuccherati ma dietetici e tuoi cookies... perché cavolo li hai cucinati quei cookies!"

15.00
"Io, piadina al formaggio e prosciutto e insalata di crevettes con salsa rosa alla maionese e ketchup... Dai è pur sempre un'insalata. Tu Lola?"
"Io, orecchiette, sante orecchiette, alla caprese, più philadelphia e... No, perché l'ho fatto? Due toast al caprice de dieu!"
"Mmmh situazione critica, nient'altro?"
"Una mela, ma dai una mela non vale..."
"Certo che vale."

21.00
"Io, ho fatto colazione invece di fare cena... Yoghurt con cereali e zucchero di canna. Una fettona di pane integrale, dai almeno era integrale, con burro e marmellata. Poi Nutella... E un té al finocchio tanto per non sentire i morsi della mia coscienza. Tu Francis?
"Io, fettuccine alla carbonara e pane."
"Pane?"
"Senti, i miei genitori sono calabresi, ti pare che io possa mangiare la pasta senza il pane?! Poi ancora quei cookies, mannaggia!"
"Capisco... Nient'altro? Sputa il rospo!"
"Mmmh... Un coniglietto..."
"Coniglietto di che?"
"Cioccolato."
"Cioccolato?!"
"Bianco."
"Bianco?!"
"Orecchie, testa, pancia e un pezzettino di zampa."
"Ah."

Si chiama fame nervosa. Le cause sono ignote. Le Funkfunk16 ne soffrono a dismisura e colpevolizzano unicamente lo stress scolastico. Hanno provato con lo sport, con maestri shatsu, con agopuntura, con una somministrazione elevata di riviste di moda, con tecniche di autoelogio, con diete anticarboidrati, ma niente. Non appena iniziano le presentazioni orali e i lavori da consegnare, le Funkfunk mangiano e mangiano sul serio.

"Francis, mi sa che io e te siamo sulla stessa barca."
"Sì Lola, ma non per molto, tra un po' affondiamo..."


Lola :-)

10 commenti:

  1. Io ho ancora del tempo per farmi prendere dalla fame da stress scolastico, in compenso ho quella da "settimana x della donna", ieri ho cenato con un'insalatiere di pasta condita con tonno e mais, se ci ripenso mi viene da vomitare... e volevo farmi anche i popcorn!!! :D solidarietà, ragazze, solidarietà virtuale ;).

    ALE

    RispondiElimina
  2. un insalatiere *

    RispondiElimina
  3. Siamo in tanti su quella barca, credo che Francis abbia ragione prima o poi affonderà. Un pazzo saluto a voi

    RispondiElimina
  4. io ho risolto: mi uccido di palestra e poi mangio :D

    RispondiElimina
  5. @Ale: Grazie per la solidarietà che ricambio... in quel periodo altro che fame nervosa, fame schizzofrenica!

    @Tiziana: :-) Un pazzissimo saluto anche a te!

    @Turista di mestiere: Per la palestra però ci vuole la costanza... è dura, ma sicuramente un suggerimento valido!

    Un caro abbraccio a tutte, Lola

    RispondiElimina
  6. Ciao mitiche ragazze, conosco solo Lola (compagna di dis-avventure "storiche" all'uni) ma vi ringrazio di cuore tutte quante per i sorrisi che ci offrite!

    io gusto, assaporo, divoro e poi penso: tanto con lo studio il mio cervello brucerà tutti 'sti zuccheri ;) una mia amica invece ha una perla a sfondo scientifico: se hai voglia di cioccolato, significa che il tuo corpo ne ha bisogno...

    in bocca al lupo per Referat ecc
    cari saluti
    Cele

    RispondiElimina
  7. Insomma: è meglio farvi un regalo che invitarvi a cena... :-)

    RispondiElimina
  8. @Cele: cara Cele, che piacere! Avevo proprio pensato di scriverti per sapere come procedeva lo studio ed ecco un tuo commento :-)
    La teoria della tua amica mi piace moltissimo! Ma speriamo, come dici tu, di riuscire a bruciarlo tutto questo cioccolato!
    Spero di incrociarti per i corridoi dell'uni funklandese!

    @Briciolanellatte: Hai centrato il punto, purché il regalo non sia fatto di leccornie. :-)

    Un caro abbraccio a tutti,

    Lola

    RispondiElimina
  9. Questo post mi ha fatto sorridere!!

    Io ho finito la mia carriera universitaria qualche mese fa..ma per ora nessun miglioramento! Credo convivrò a vita con la fame nervosa..del resto mi rende così felice mangiare che nn vedo perché smettere :)!

    RispondiElimina
  10. @Veronica: hai proprio ragione mangiare rende felici! Allora non c'è speranza neanche nella fase post universitaria? Oh no... ;)

    Carissimi saluti, Lola

    RispondiElimina